PANTELLERIA, LA PERLA DEL MEDITERRANEO

Ritratto di convenia
- minitour in bici - partenza da Trapani -
 
Periodo: da aprile a ottobre
Base individuale - Min 10 partecipanti
5 GIORNI – 4 NOTTI (1 notte in traghetto)
Bicicletta mtb/trekking (possibilità noleggio)
disl. max 965 mt (a/d)
Percorso che richiede allenamento
Hotel 3 stelle/mezza pensione (cene in Rist.)
 
RICHIEDICI UNA QUOTAZIONE AD HOC
 
PROGRAMMA
 
1° giorno: Trapani-Pantelleria
 
Arrivo individuale a Trapani (vedere scheda tecnica per possibilità trasporti di avvicinamento).
Partenza con traghetto Siremar previsto per le ore 23:00. Sistemazione in cabine prenotate.
 
2° giorno: Pantelleria periplo dell’isola (43 km/disl 914 mt a/d)
Arrivo delle nave alle ore 06:30. Prima colazione libera (possibile presso il bar dell’hotel), rilascio dei bagagli e ritiro (eventuale) delle bici noleggiate.
 
L’itinerario della giornata, prevalentemente su strada, consiste nel percorrere l’intero periplo dell’isola. Avremo modo di ammirare da più punti il bellissimo paesaggio marino ricco di seni e di punte, di rocce irte e scoscese e di grotte termali.
Alle Cuddie Rosse ammireremo i crateri vulcanici spenti di roccia rossa, qui si trovano anche interessanti vestigia di un insediamento rupestre preistorico. Dopo pochi chilometri, ecco i Sesi, imponenti tumuli funerari megalitici a forma di cupola risalenti al Neolitico. Da non perdere un bagno presso le calde acque della piscina naturale termale di Sataria, che raggiungeremo dopo circa 8 km dall'inizio del percorso.
Arrivati al piccolo borgo di Scauri, dopo una breve salita di circa 2 km, effettueremo la prima sosta di ristoro.
A Punta Nikà troveremo altre sorgenti termali, e nel Dietro Isola, fantastiche e aguzze rocce laviche si protendono dall'acqua cristallina. Prima di raggiungere Gadir, luogo prediletto dai bagnati per il mare calmo e per le pozze di acque termali, ecco Cala Levante, dove poco distante troveremo il simbolo di Pantelleria: l'Arco dell'Elefante, una pittoresca formazione rocciosa che assomiglia ad un elefante nell'atto di bere acqua dal mare. Fin qui abbiamo percorso 29 km.
A Tracino, altro piccolo borgo poco distante da Cala Levante, effettueremo un'altra sosta di ristoro.
Si prosegue in direzione del Laghetto di Venere (che visiteremo il giorno dopo) lungo la costa, dove a Punta Spadillo potremo ammirare un'altra meraviglia della natura, il laghetto delle Ondine: piccola conca scavata nella roccia dalla continua azione erosiva delle onde del mare.
Ancora 8 km lungo la costa prima di rientrare a e, Pantelleria paese ove, se avanza tempo, si potrà visitare il bellissimo Castello Barbacane, unica costruzione antecedente la guerra.
Assegnazione delle camere, cena in ristorante e pernottamento in hotel.
 
3° giorno: Pantelleria Grotta Benikulà (Bagno Asciutto) e lo Specchio di Venere (31 km/disl 538 mt a/d)
 
Prima colazione in hotel. La giornata di oggi sarà dedicata alla scoperta dei territori interni dell'isola. Ci dirigeremo sempre su strada, in direzione dell'aeroporto, percorrendo un tratto di circa 4 km in salita.
 
Superata l'area aeroportuale eccoci a ridosso del Vulcano principale di Pantelleria. Spettacolare da qui la vista sul mare. Pochi chilometri ancora, in salita, lungo il fianco meridionale della Montagna Grande, prima di raggiungere la località di Siba, dove faremo una pausa ristoro. Abbiamo percorso fin'ora 12 km per metà in salita.
 
Il paesaggio in questa parte dell'isola è caratterizzato, oltre che da viste mozzafiato sul mare e sul vulcano, da pendii terrazzati e spianate coltivate che scendono fino al mare. I Dammusi, più antichi li troviamo in questa zona. Qui sembra davvero che il tempo si sia fermato. Raggiunto il bivio per la Montagna Grande (che prenderemo domani per l'escursione in cima al vulcano), ci resta poco più di un chilometro prima di arrivare alla sauna naturale o Bagno Asciutto all'interno della Grotta Banikulà. Qui potremo sudare a nostro piacimento fino a quando riusciremo a sopportare il calore. Si tratta di una bassa grotta complementare, buia, poco più di una fenditura nella parete rocciosa, dove si comincerà a sudare non appena entrati (ingresso libero).
La giornata "termale" non è finita. Si ritorna indietro, in discesa, sulla stessa strada fino all'aeroporto, per imboccare una strada secondaria che ci condurrà al laghetto dell'isola, lo Specchio di Venere, che scintilla all'interno di un antico cratere spento. Al centro il lago è di color acquamarina, mentre i margini sono scuri di fango. Volendo si può applicare il fango stesso sul corpo e farlo indurire al sole, per poi tuffarsi e nuotare nel lago per togliersi il fango in acqua piacevolmente calda.
 
Prima di rientrare in città imboccheremo un sentiero che circumnaviga il laghetto. Proseguiremo per gli ultimi 5 km su l'ultimo tratto della strada percorsa la giornata prima.
Cena in Ristorante e pernottamento in hotel.
 
4° giorno: Pantelleria (Montagna Grande) Parco Naz. Isola di Pantelleria (km 37 km/disl 965 mt a/d)
 
Prima colazione in hotel. In quest'ultima giornata in bici sull'isola, più impegnativa delle precedenti, la dedicheremo pedalando lungo le pendici della Montagna Grande all'interno del Parco Nazionale Isola di Pantelleria di recente istituzione.
Il percorso fino a Siba è invariato rispetto quello del giorno prima. Da qui al bivio imboccheremo la strada per la Montagna Grande, che in 4 km in salita abbastanza impegnativa ci condurrà fino al termine della strada, a 800 mt di altitudine s.l.m.
E' inutile dire sui panorami mozzafiato che potremo ammirare, un percorso estremamente suggestivo fra l'altro costellato da numerosi sfiatatoi vulcanici, le cosiddette stufe di Khazan, da dove fuoriescono getti di vapore acqueo. Abbiamo percorso poco più di 16 km.
Si prosegue fino a Siba in discesa, sullo stesso percorso, al bivio ci dirigiamo verso Scauri dove faremo una sosta di ristoro. Gli ultimi 10 km prima di raggiungere l'hotel, saranno lungo la costa sud-occidentale, già percorsa il giorno di arrivo sull'isola. In questa parte finale avremo modo di rilassarci, se avanza tempo, nelle sorgenti termali che incontreremo, come la Grotta calda di Nika o ancora alla piscina naturale di Sataria.
Rilascio delle bici. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.
 
5° giorno: Pantelleria-Trapani
 
Prima colazione in hotel. Partenza in traghetto Siremar per Trapani previsto per le ore 10:00. Arrivo a Trapani alle 15:45 e proseguo individuale per la città di provenienza. Possibilità di rientro in aereo da Pantelleria (vedere scheda tecnica per possibilità trasporto di avvicinamento alternativo). Fine del viaggio e dei servizi

Tags: 

data: 

Lunedì, Dicembre 31, 2018